Le lacrime artificiali

11 Settembre, 2020

Le lacrime artificiali

L’occhio secco è una problematica che si riscontra molto facilmente e la sua incidenza è significativamente aumentata negli ultimi anni; si stima che circa 350 milioni di persone nel mondo abbiano problemi di occhio secco, chiamato anche “dry-eye”. Si tratta dell’impoverimento del film lacrimale, che normalmente lubrifica la superficie del bulbo oculare, per motivi ambientali, ritmi di vita frenetici e/o cambiamenti ormonali. Chi ne soffre generalmente lamenta bruciore, prurito, fotofobia (fastidio alla luce) e sensazione di corpo estraneo nell’occhio. Una situazione spiacevole che può rendere difficoltoso lavorare davanti al computer, studiare, guardare il cellulare e svolgere altre attività che si compiono regolarmente nella vita. Oltre a causare arrossamento, prurito e bruciore, la sindrome dell’occhio secco favorisce la comparsa di irritazioni e congiuntiviti, soprattutto nella bella stagione; in primavera infatti la luce più intensa e la presenza di allergeni nell’aria possono peggiorare il problema. Per alleviare il problema dell’occhio secco si possono utilizzare lacrime artificiali e seguire qualche consiglio, sono utili anche in caso di occhi stanchi e allergie.

  • Non esagerare con gli schermi. Guardare di continuo lo schermo del computer, del tablet, del cellulare e della televisione riduce il meccanismo involontario dell’ammiccamento, che permette di alzare ed abbassare la palpebra aiutando a distribuire la lacrima sulla superficie dell’occhio. Almeno ogni ora si dovrebbe distogliere lo sguardo dallo schermo che si sta utilizzando, chiudere gli occhi per qualche minuto ed il sollievo è garantito.
  • Muovi gli occhi. Tenere gli occhi fissi su un punto non fa lavorare correttamente i muscoli degli occhi (ciglia e palpebre) rendendo molto più intensa la sensazione di occhio secco per questo ci vuole un po’ di ginnastica. Basta fissare due o tre oggetti posti a diversa distanza, chiudere bene gli occhi strizzando forte e roteare gli occhi. Questi movimenti servono a far arrivare sangue ed ossigeno nei tessuti oculari.
  • Umidifica gli ambienti. A volte l’aria dell’ambiente dove ci troviamo è troppo secca o a causa del riscaldamento o a causa dell’aria condizionata. Quando l’umidità è sopra il 50%, il corpo perde più liquidi e si avverte secchezza agli occhi e sulle labbra.
  • Riduci o smetti di fumare. Smettere di fumare è un ottima soluzione per ridurre significativamente il problema dell’occhio secco. Le sostanze contenute nelle sigarette, che vengono rilasciate nell’aria quando si fuma, raggiungono la superficie dell’occhio impoverendo il film lacrimale.  
  • Utilizza lacrime artificiali. L’utilizzo della lacrime artificiali aiuta ad alleviare la sensazione di occhio secco e mantiene sempre idratato l’occhio.